"Nulla è permanente, tranne il cambiamento"

(Frammenti, Eraclito)

____________________________________

 

 

 

 

Info & Utilità

 

 

LO PSICOLOGO  -  L’Ordinamento della professione di Psicologo è sancito dalla Legge 18/02/1989, n.56. Per esercitare la professione di Psicologo è necessaria una laurea magistrale quinquennale in psicologia, aver effettuato un tirocinio professionale di un anno e conseguito la relativa abilitazione mediante l’esame di Stato; deve inoltre essere iscritto nell’apposito Albo Professionale alla Sezione ‘A’. La professione di psicologo “comprende l'uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito (cfr. art.1, L. 56/89).

La Professione di Psicologo: declatoria, elementi caratterizzanti ed atti tipici (Ordine degli Psicologi, Consiglio Nazionale, 2015)

 

________________________________________________

 

 

LO PSICOTERAPEUTA - Lo psicoterapeuta aggiunge alle competenze dello psicologo tecniche e strumenti atti a svolgere attività di cura ed intervenire sul problema, le cui metodologie sono differenti in relazione all’approccio formativo scelto tra le diverse Scuole di Specializzazione post-universitaria. L'abilitazione consente al professionista l'annotazione all'Albo ai sensi dell’art.3 della Legge 18/02/1989 n.56: “l'esercizio dell'attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti con le procedure di cui all'art. 3 del citato decreto del Presidente della Repubblica"(L. 56/1989).

 

 

________________________________________________

 

 

DEDUZIONE FISCALE - Le spese sostenute per le sedute di consulenza psicologica e psicoterapia rese dallo psicologo e dallo psicoterapeuta sono detraibili fiscalmente; il Ministero della Salute ha infatti equiparato le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico (Circ. N.20/E-2011 A.d.E.). La richiesta di prestazione non necessita di prescrizione medica.

 

 

 ________________________________________________

 

 

NOMENCLATORE E TARIFFARIO  -  Il Testo Unico della tariffa Professionale degli Psicologi, approvato nel 2006 dal Consiglio Nazionale dell’Ordine unito al relativo Regolamento attuativo, non ha valore ufficiale in quanto non è stato riconosciuto in termini di legge.  Le tariffe professionali presenti nel testo unico, abolite dal D.L. n.1/2012, art.9, già oggetto di liberalizzazione con D.L. n.233/2006, art.2, possono comunque essere una guida utile nelle azioni del professionista ed uno strumento di orientamento ai clienti. A completamento si riporta il contenuto dall’art.23 del Codice Deontologico degli Psicologi: “Lo psicologo pattuisce nella fase iniziale del rapporto quanto attiene al compenso professionale. In ogni caso, la misura del compenso deve essere adeguata all’importanza dell’opera e al decoro della professione. In ambito clinico tale compenso non può essere condizionato all’esito o ai risultati dell’intervento professionale”.

 

 

 ________________________________________________

 

 

 

LINEE-GUIDA ORDINE NAZIONALE PSICOLOGI per "mettere in sicurezza" gli utenti

  • Iscrizione Albo degli Psicologi: verificabile sull'Albo online dell’Ordine degli Psicologi della Regione di iscrizione o presso l’Ordine Nazionale;
  • Iscrizione all’elenco degli Psicologi-Psicoterapeuti (in caso di prestazioni psicoterapeutiche): verificabile presso l’Ordine degli Psicologi della Regione di iscrizione o presso l’Ordine Nazionale;
  • Rispetto delle normative sulla Privacy: lo psicologo deve far firmare al cliente una dichiarazione di autorizzazione al trattamento dei dati sia generici sia sensibili;
  • Rispetto del codice deontologico;
  • Assenza di commistioni tra ruolo professionale e vita privata che possano interferire con l’attività professionale;
  • Rispetto del segreto professionale e dei suoi limiti;
  • Definizione chiara dei compensi e delle regole di incarico;
  • Rilascio di documentazione fiscale del pagamento (fattura/ricevuta);
  • Livello adeguato di preparazione e costante aggiornamento professionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(in
quanto equiparabili dal Ministero della Salute alle prestazioni
sanitarie rese da un medico - See more at:
http://www.caf.acli.it/news/news/circolare-n.20-e-del-13-maggio-2011-irpef-risposte-a-quesiti.html#sthash.agZGKvM7.dpuf